Violenza sulle donne – Difendiamoci con il Krav Maga

INTERVISTA AD ALESSANDRO MARZOLA – Istruttore di Krav Maga Civile e Sicurezza  – IKM Gabi Noah

Buongiorno Alessandro e grazie del tempo che ci dedichi per parlare di auto-difesa ed in particolare come può essere d’aiuto in situazioni di pericolo per le donne.

Quando e perché hai iniziato a praticare il Krav Maga?

Innanzitutto grazie a te per questa intervista. Ho iniziato una decina di anni fa, spinto dalla ricerca di un sistema di difesa efficace per strada. Cercavo qualcosa di praticabile per strada, che fosse veramente utile in caso di pericolo.”

Quando hai preso in considerazione la possibilità di diventare istruttore e cosa ti ha spinto a farlo?

Man mano che praticavo e avanzavo con i gradi, le persone che mi circondavano mi suggerivano di affrontare il corso istruttori. Oltre le capacità tecniche, vedevano in me un persona in grado di trasmettere con facilità quello che apprendevo.”

E’ un’attività impegnativa? Come sono strutturati i livelli di avanzamento?

“Personalmente è abbastanza impegnativo. Svolgo corsi quotidianamente presso il mio centro a Milano. Oltre alla lezioni collettive, svolgo corsi privati e servizio di consulenza.

Per quello che riguarda i livelli, se parliamo di adulti, vi sono 15 gradi.
I livelli praticanti vanno da P1 a P5, i graduati da G1 a G5 e gli Esperti da E1 a E5.”

A chi consigli di imparare il Krav Maga?

“Lo consiglio fortemente a tutti! Per strada, tutti possiamo essere vittime di aggressioni improvvise. Il Krav Maga lavora su punti sensibili del corpo e quindi permette una difesa efficace anche per persone di corporatura esile.”

Spesso questa disciplina viene assimilata alle arti marziali. E’ corretto? Cosa la differenzia?

“Il Krav Maga e le arti marziali sono due cose completamente diverse. E’ vero che molte tecniche includono movimenti derivanti dalle arti marziali o sport da combattimento, ma sono state modificate e adattate ad un contesto urbano.

Gli sport da combattimento sono molto efficaci, ma sono stati pensati per il ring.

In strada l’aggressione è improvvisa, e lo stress è totalmente diverso. Inoltre, in strada tutto è concesso e non ci sono regole e l’aggressione può avvenire in svariati modi, dall’aggressione verbale all’uso di oggetti quali coltelli, bastoni ecc.”

Perché consiglieresti ad una donna di imparare il Krav Maga?

“Perché attualmente è il miglior sistema di difesa personale al mondo. E’ facile da apprendere ed è adatto ad una donna che normalmente è di corporatura più esile rispetto ad un uomo. Essere consapevoli dei rischi e saperli gestire in maniera sicura, permette alla donna di avere la meglio in caso di aggressione.

La società sta vivendo un’escalation di violenza che purtroppo non risparmia nessuno. Sapersi difendere è un diritto di tutti.”

A livello di sicurezza psicologica che effetto ha il Krav Maga?

“Il Krav Maga aiuta ad essere più consapevoli dei rischi che si corrono quando si cammina per strada. La tecnica, senza un buon lavoro psicologico, non può essere applicata. Le tecniche eseguite sotto stress sono una parte fondamentale dell’allenamento. Solo se si lavora continuamente sotto stress, si riesce ad ottenere il giusto approccio di difesa.”

Cosa succede se si eccede nel difendersi?

“Come detto in precedenza, il Krav Maga lavora su punti sensibili del corpo. E’ normale che in una situazione di aggressione, la vittima si difenda con tutte le sue forze e quindi possa causare danni permanenti all’aggressore.

In questi casi l’importante è sopravvivere e riuscire a tornare a casa sani e salvi. Gli aspetti legali sono una cosa da valutare dopo.”

Quali sono le situazioni più tipiche in cui una donna può togliersi dal pericolo grazie al Krav Maga?

“Le donne sono spesso vittime di abusi e non solamente in strada. La violenza domestica è un tema ricorrente. Secondo dati a campione (donne tra i 16 e i 79 anni di età), in Italia, 1 donna su 3 ha subito violenza (31,9%, circa 7 milioni di donne). Il 23,7% del campione ha subito violenze sessuali, il 18,8% violenze fisiche. Quasi 3 milioni di donne hanno subito violenza dal partner attuale o dall’ex partner.

E’ un quadro che sconvolge ed è per questo che ogni donna dovrebbe sapersi difendere.”

Secondo te ci sono lavori specifici in cui sarebbe altamente consigliabile per una donna imparare a difendersi?

“Come detto in precedenza, nessuno è immune alla violenza. Indipendentemente dal lavoro svolto, tutte le donne dovrebbero sapersi difendere.”

Qual è l’età minima e massima per avvicinarsi a questa disciplina?

“In generale, si può iniziare a praticare Krav Maga dall’età di 4/5 anni. I corsi per bambini sono strutturati in maniera differente rispetto ad un corso per adulti.

Se invece parliamo di adulti, si inizia dall’età di 14/15 anni”.

Una curiosità: puoi dirci l’età minima e massima tra le tue allieve donne?

“L’allieva più giovane è Giulia. Ha 13 anni ed ha capito in pieno l’essenza della difesa personale. Conosce perfettamente i rischi che potrebbe correre quando cammina per strada e si allena duramente e seriamente per essere preparata in qualsiasi momento.

L’altra allieva ha 50 anni, donna tenace e di grande grinta.”

E’ possibile fare una lezione di prova?

“Certamente, il nostro centro è aperto per tutte le persone che vogliono provare ad avvicinarsi a questo sistema. Invito tutti voi con molto piacere per provare direttamente una lezione di Krav Maga.”

Grazie Alessandro e per qualsiasi informazione cliccate sul pulsante a destra dell’articolo o sul seguente link, non ve ne pentirete!

www.ikmmilano.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...