Benessere: Tai-chi e EFT

Non so quante volte ho iniziato a scrivere gli articoli sul Tai-chi e sulla EFT, quante volte li ho corretti e quante volte li ho cancellati.

Il risultato è che a distanza di più di 2 settimane dall’introduzione “Questa cosa mi fa star bene!” non ho pubblicato nient’altro su questo argomento.

Questa mia resistenza mi ha incuriosito e ho cercato di capirne il motivo e sono arrivata alla conclusione che, anche in questo caso, ha avuto il sopravvento il mio inesorabile, inevitabile, inesauribile desiderio di totale libertà di scelta.

E credo che la libertà di scelta derivi dalla totale mancanza di condizionamento.

Siamo circondati da continui stimoli a prenderci cura di noi stessi attraverso pratiche, diete, attività fisiche ed ogni nuova disciplina che ci viene proposta è supportata da studi scientifici.

Il risultato è spesso un picco di entusiasmo che poi rischia di esaurirsi, lasciandoci in realtà delusi.

Come posso fare quindi per creare un interesse in qualcosa a cui io mi sono avvicinata per caso e per curiosità, senza sapere nulla di ciò che c’era dietro?

E’ inutile che io vi dia delle informazioni sommarie riguardo le prove “scientifiche” dell’efficacia e del valore di queste discipline, nonostante esistano, se non c’è curiosità.

Parliamo del Tai-chi, la cosiddetta ginnastica di lunga vita.

Non cercherò di definirla secondo i canoni o di spiegarla attraverso la sua storia. Per me è morbidezza, fluidità, bellezza, piacere di praticarla con un’ottima istruttrice (donna multi-sfaccettata…andate a rileggervi “Donne in musica parte 2 – …e l’acqua santa) e con un gruppo veramente eterogeneo di persone che condividono questa passione.

Man mano che la pratico apprezzo anche la precisione delle forme, la tecnica marziale che si nasconde dietro ogni movimento, ma è un crescendo che parte da e si integra con il benessere che aumenta di volta in volta.

Anche l’aspetto sociale del gruppo che fa attività fisica insieme è importante per me.

Ho praticato per anni il Pilates, attività che mi piaceva tantissimo, ma era come farla da sola per la mancanza di cordialità e armonia nel gruppo. Peccato!

Invece con questo gruppo di Tai-chi ho trovato un’altra atmosfera. Non c’è nessun fanatico, nessun saputello, nessuno giudica nessuno.

Avete presente quelle scene nei film, in cui si vedono gruppi di persone, magari tutte vestite di bianco, che si allenano nei parchi?
Avete presente il senso d’armonia?

Noi non abbiamo proprio quell’aspetto, ma vi assicuro che quando incominciamo a muoverci e riusciamo a creare una sintonia di movimenti tra di noi, nel silenzio della palestra, per me succede qualcosa di magico!

Quello che conta in ciò che scegliete di fare è trovare proprio questa sensazione di gioia e appagamento, perché se deve essere solo una fatica, farà bene ai muscoli, ma non alle vostre emozioni e il benessere è un equilibrio di entrambi.

Alla prossima puntata!

 

Annunci

Un pensiero su “Benessere: Tai-chi e EFT

  1. Pingback: I ricordi… da dimenticare | stillrocking

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...