INTERVISTA A BARBARA, FUNDRAISER DEL PROGETTO “RUN FOR EMMA”

Oggi incontriamo Barbara, una donna che ha saputo unire una sua passione al senso di altruismo, aderendo e promuovendo in prima persona un’iniziativa di raccolta fondi (RUN FOR EMMA) per una bambina gravemente malata e la sua famiglia.

Ciao, grazie per il tempo che ci dedichi. Vuoi farci una tua breve presentazione?

Ciao, Sono Barbara Mauro ho 43 anni quasi 44 a giugno…segno GEMELLI!!

Come sei venuta a conoscenza dell’iniziativa RUN FOR EMMA?

Un genitore di classe di mia figlia ha ideato il progetto.

Come si svolge l’organizzazione di una iniziativa di questo tipo?

Si cercano fundraiser per la raccolta fondi. Ovvero si crea una pagina su un portale, in questo caso RETE DEL DONO che è una ONP e si presenta il progetto.

Come hai promosso l’iniziativa?

Facebook, Whatsapp e tanto chiaccherare.

È la prima occasione a cui partecipi?

Come fundraiser, sì.

Far parte di questo progetto ha portato dei cambiamenti nella tua vita?

Cambiamenti veri e proprio no, ma ha dato un senso alla mia passione per la corsa, e poi correre in staffetta nella maratona di MILANO è molto emozionante

Ti è mai capitato di pensare “Ma chi me l’ha fatto fare…”?

Durante la raccolta fondi MAI… Diciamo invece che durante la manifestazione, a quasi 3 km dalla fine, avevo talmente male a ginocchio che già mi ero infortunata mesi prima che ho pensato “adesso mi fermo”… ma non e stato cosi.

Ho letto che tra i motivi principali che spingono le persone a dedicarsi al volontariato ci sono il desiderio di socializzare e genericamente di fare “qualcosa per gli altri”. Cosa ne pensi, sei d’accordo?

Sicuramente è motivante. Sapere di contribuire ad un progetto cosi nobile ti fa sentire fiero e hai occasione di incontrare e conoscere molte persone e imparare davvero molto.

Cosa ne pensi del volontariato in generale? Partecipare a questa iniziativa ha cambiato la tua visione riguardo questa attività?

Mi ha indotto a contribuire un po’ di più per gli altri non solo con la partecipazione passiva. Ci vuole davvero poco per dare un aiuto e NON ti cambia la vita rinunciare a un qualcosa per chi ne ha più bisogno.

Come è il rapporto tra i vari partecipanti a queste iniziative?

Nessuna competizione anzi, si stringono nuove amicizie.

Per concludere, in questa occasione ritieni di aver più dato o ricevuto?

Entrambe le cose, perché’ al di là d quello che ho raccolto economicamente e quindi dai numerosi riscontri favorevoli, anche solo sulla fiducia, che ho avuto in particolare da persone vicine ma anche da chi mi conosceva poco, sento di aver dato molto ai miei figli, come esempio di altruismo….

Grazie Barbara per il tempo che ci hai dedicato.

Chi desidera ricevere maggiori informazioni sul progetto sostenuto da Barbara può cliccare sul seguente link:

https://www.retedeldono.it/it/progetti/ventizero8-cresciamo-insieme/runforemma

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...