Alice Cooper, Mötley Crüe e il puro divertimento

Qualche sera fa sono stata ad un concerto che non aveva nulla di serio.

Era pacchiano, rumoroso, autocelebrativo e mi sono divertita da morire. Sembrava un circo, un luna-park, con fuochi d’artificio, montagne russe, Frankenstein, ballerine…
Non mi interessano le critiche che ho sentito da più persone sull’età dei musicisti, sulle loro doti che non sono più le stesse, che fanno bene a ritirarsi. E’ stato puro divertimento e non me lo sarei persa per niente al mondo.

Ogni tanto ci vuole: staccare da tutto e lasciarsi andare al puro divertimento. Non si può essere sempre seri.

La serietà è sopravvalutata. Quante volte vi siete sentire dire “sii seria”, “fai la persona seria”?

Cosa vuol dire? Essere responsabili? Si può farlo sorridendo. Affrontare la vita da adulto? Ridere un po’ può solo aiutare.

Ogni tanto è bello fare qualcosa per puro divertimento, anche se è una cosa sciocca o inutile.

E comunque nulla è sciocco o inutile se provoca un sorriso o una risata, anzi è molto più utile di tante parole serie.

Lo sapete che esiste anche lo Yoga della risata? Ne beneficiano l’apparato respiratorio, i muscoli e lo spirito. La prima volta che ho partecipato ad uno di questi gruppi mi sentivo un po’ ridicola, ma alla fine dell’incontro tutto il peso della giornata se ne era andato.

Divertirsi, ridere, fare le smorfie fa bene!!

Pensate com’è meravigliosa la risata dei bambini e come basta poco per scatenare il più grande divertimento!

Possiamo ritrovare questa dimensione anche da adulti. Provate a guardare un film divertente e metterci gusto nelle risate che vi provoca, non trattenetevi. Se qualcuno fa una battuta che vi fa ridere, manifestatelo!

Come ho già detto un’altra volta, prima o poi la vita ci presenta comunque qualcosa di difficile, quindi perché non alleggerirci con una risata ora?

Vi auguro un fine settimana divertente!

Annunci